La rilevabilità nell’industria agroalimentare - Fascette rilevabile

Industria alimentare

L’industria agroalimentare ha affrontato diverse sfide negli ultimi decenni. Una di queste è la grande esigenza di adattarsi alle norme relative alla qualità e sicurezza alimentare e, soprattutto la rilevabilità dei materiali usati.

Il settore agroalimentare è uno sei settori essenziali della nostra società e da un punto di vista economico si tratta della principale industria manifatturiera della Unione Europea con un totale di 1.109.000 € in volume di affari. Inoltre, così come abbiamo visto negli ultimi mesi, questo settore si è configurato come una leva fondamentale e strategica nella lotta contro la pandemia del COVID 19 in relazione con la fornitura dei prodotti base alle famiglie. Tutto ciò è stato reso possibile dalla gran capacità di risposta dimostrata e la solida evoluzione che l’industria agroalimentare ha ottenuto implementando piani di gestioni e controlli di qualità, tracciabilità e sicurezza alimentare continuamente aggiornati.


La sicurezza alimentarie: una priorità

La Commissione Europea sta vigilando molto da vicino questo settore, dando priorità alla sicurezza nelle catene di produzione e garantendo la fornitura di alimenti. In questo senso qualunque azienda del settore alimentare o il cui materiale entra in contatto con gli alimenti, da alcuni anni deve soddisfare il sistema APPCC (Analisi dei Pericoli e Punti di Controllo Critico) o HACCP, in inglese; si tratta di un sistema di prevenzione obbligatorio in accordo con la legge in vigore.

Ma cosa significa in definitiva? L’HACCP consiste in un piano di prevenzione dei possibili rischi che si possono verificare nelle varie fasi de processi dell’industria agroalimentare (produzione, processamento, lavorazione, stoccaggio, trasporto e distribuzione). In questo piano si devono definire i punti critici e prendere le misure necessarie per minimizzare il rischio di contaminazione degli alimenti e garantire la loro innocuità.


Normas de seguridad en las empresas alimentarias

La contaminazione può essere prodotta da numerose fonti o oggetti esterni (metalli, vetro, sassolini, plastica…) e, se non viene rilevato, può pregiudicare gravemente il prodotto in questione e la salute dei consumatori, però anche i macchinari e la reputazione dell’azienda. Per questa regione, l’esigenza di rilevare i possibili elementi estranei è sempre maggiore, e si pone particolare enfasi nella sostituzione dei materiali convenzionali con materiali rilevabili (fascette, guanti, gomme, plastica, etc.) che favoriscano la riduzione dei rischi.

Con l’obiettivo di aiutare le aziende agroalimentare a soddisfare  i requisiti indicati dal sistema HACCP, grazie alla nostra esperienza e al contatto diretto con i nostri clienti, Unex ha creato un prodotto upgraded: le Fascette 22 DT, le nostre fascette rilevabili.



Come è il processo di rilevabilità dei possibili contaminati?

Le fascette Unex 22 DT possono essere rilevate in diversi modi: rilevamento visivo, utilizzando metal detectors o Raggi X che vengono implementati nei processi delle industrie, allevamenti, stabilimenti di congelati, o invasati, macelli… Ci sono molti fattori che influiscono sulla sensibilità del processo di rilevamento dei detectors ed è molto importate tenerli in conto; ad esempio:

  • Il tipo di metallo: ferroso, non ferroso o inossidabile.
     
  • L’orientamento dell’elemento contaminate: se cade in orizzontale o verticale.
     
  • L’apertura del metaldetector: influisce sulla sensibilità dell’apparato.
     
  • Il tipo di alimento da testare: congelato, carne, liquido, secco…
Bridas detectatables Unex 22DT en la industria alimentaria

Dati tutti questi fattori, è molto importante che la configurazione del processo di rilevazione sia calibrata a seconda del tipo di azienda agroalimentare e del prodotto.

Unex offre la possibilità di analizzare ogni caso specifico per dare la miglior risposta e soluzione nei processi di rilevazione in base ai diversi tipi di alimenti e le specifiche caratteristiche del processo produttivo.

Le Fascette 22 DT Unex

Le fascette 22 DT di Unex sono prodotte usando materia prima con formula propria per ottenere un prodotto con caratteristiche tecniche superiori allo standard del mercato.

La qualità delle soluzioni Unex è accreditata dello stretto adempimento delle norme di prodotto e di applicazione e dall’ottenimento delle Omologazioni e dei Marchi di Qualità più prestigiosi del mercato.

Bridas detectatables Unex 22DT

Le fascette 22 DT Unex sono rilevabili nei seguenti casi:

  • Metaldetector: le fascette 22DT sono state testate con metaldetector. Per dare un’idea, la grandezza della fascetta rilevata in un metaldetector con un’apertura fino a 200 mm è di 7 mm per prodotti secchi e 9 mm per prodotti umidi.
     
  • Apparecchi a raggi X: le fascette 22DT sono rilevate anche da apparecchi a raggi X. A seconda della densità del prodotto da ispezionare, le fascette si distinguono perché appaiono con un color grigio diverso rispetto al prodotto.
     
  • Rilevamento Visivo: il color azzurro permette distinguere facilmente la fascetta lungo tutto il processo produttivo ricucendo così il rischio di contaminazione.


Detalles de las Bridas detectables 22DT de Unex

Le fascette 22DT sono sempre disponibili a stock e possono essere consegnate immediatamente grazie alla rete di distributori Unex che assicura la soddisfazione delle necessità dell’industria agroalimentare.

Attraverso del nostro team di professionisti, siamo sempre in contatto con i nostri clienti e le loro necessità e siamo sempre informati delle nuove richieste ed esigenze del settore. Per questa ragione e per ogni caso specifico, Unex offre la possibilità di analizzare ogni richiesta in modo personalizzato per dare la miglior soluzione.

La sicurezza delle persone e delle installazioni è per noi prioritaria!

Inoltre, siamo lieti di informarti che negli ultimi mesi abbiamo messo a punto una serie di miglioramenti e vorremmo spiegarti tutte le novità. Se vuoi saperne di più mandaci un email

Articoli correlati

14/09/2020 | Tempo di lettura: 3 mins